sabato 8 gennaio 2011

Sir Arthur Conan Doyle's Sherlock Holmes.

Nel 2009 come tutti sappiamo è uscita la pellicola "Sherlock Holmes" firmata da Guy Ritchie (Lock & Stock, Snatch ecc.) e da grande estimatore del detective creato dalla penna di Sir Arthur Conan Doyle rimasi abbastanza deluso dalla trasformazione in pugile\acrobata del nostro. Tutto sommato però la pellicola di Ritchie era guardabile e non annoiava, seppur non ricreasse troppo l'atmosfera che si respira nei romanzi. Con mia grande sorpresa ho casualmente scoperto che sull'onda di questa pellicola del 2009 è stato prodotto un altro film, nel 2010 stavolta, intitolato molto originalmente Sir Arthur Conan Doyle's Sherlock Holmes. Ovviamente col film di Ritchie non ha nulla in comune, girato da tale Rachel Goldenberg e prodotto da un'etichetta famosa per titolo quali "Mega Shark vs Giant Octopus", "Mega Piranha" e tante altre porcate. Questa casa di produzione insomma è nota per una miriade di film trash distribuiti per il mercato home video (sì ormai avrete capito, sto parlando di The Asylum).
Sapendo di vedere una porcata che getta fango su un personaggio che ho sempre apprezzato particolarmente mi son deciso a vedere il film in questione per farmi due risate, e diciamo che le aspettative sono state ben ripagate!

Prima di spendere parole sul film che parte con un vecchio Watson che assiste dalla finestra di casa sua al bombardamento nazista di Londra, siamo nel 1940, e ricorda dell'unica altra volta in cui ha visto la city in fiamme, è meglio guardare il trailer:

Eh sì, un tyrannosaurus rex in miniatura, un drago meccanico volante, un'armatura meccanica e una piovra gigante..c'è proprio tutto.
L'incipit poi è una nave affondata dalla piovra gigante che conteneva oro della regina, o qualcosa del genere. Dopo che Watson viene calato da una scogliera (una scena lunghissima e noiosissima priva di qualsiasi tensione reale) e non scorge nulla dei resti della nave, si dimenticano di tutto questo.
Entra poi in scena il dinosauro in un bordello sfruttando un ragazzetto che voleva provare i piaceri della carne per la prima volta, ma a dire la verità chi proverà il piacere della sua di carne sarà il rettilone..e ancora non capisco come ha fatto il mini t-rex ad arrivare in silenzio visto che poi quando si muove fa un casino incredibile e soprattutto nessuno l'ha notato?! Certo sulle prime uno pensa: "ma da dov'è uscito un dinosauro a Londra a fine '800?". Almeno a questo c'è una spiegazione logica (o quasi): in pratica il fratello di Sherlock Holmes (lol) costretto sulla sedia a rotelle ha una mente incredibile ed è riuscito a creare un'armatura meccanica in grado di farlo muovere e raddoppiargli la forza, ma per realizzarla ha prima creato il dinosauro meccanico che gli serviva a recuperare non ho ben capito cosa e la piovra gigante che gli serviva per recuperare l'oro, in mezzo c'è pure quel drago meccanico. Giuro che era talmente noioso in certe parti che non ho seguito attentamente ma in pratica il drago serviva per attaccare la residenza dei sovrani d'Inghilterra e la complice del fratello di Sherlock doveva assassinare la regina..insomma un casino incredibile e una domanda spontanea: ma tutta questa tecnologia a fine 1800? Senza parole.

Non voglio dilungarmi sugli effetti speciali di basso livello, le scene d'azione inguardabili e la storia improbabile.
Si sarà ormai capito che questo è un pessimo film, da guardare al massimo in compagnia per farsi qualche risata e che consiglierei caldamente per una recensione a yotobi (se fossi iscritto su youtube), personaggio che ho scoperto da poco e che recensisce tramite video una miriade di film squallidi esilaranti (tra cui diversi della asylum), consiglio di guardare qualche sua video-recensione perchè è davvero simpatico.

Au revoir.

5 commenti:

Roberto ha detto...

Un vaneggio XD

abi ha detto...

We need new entries! :)))

Luis ha detto...

Sono in pausa in questo periodo, ma presto tornerò a scrivere qualche idiozia :D

Anonimo ha detto...

Ciao, a proposito del film di Guy Ritchie, faccio notare che non è una sua invenzione lo Sherlock Holmes pugile. Nel racconto "la faccia gialla" (le memorie di sherlock holmes) si dice ..."certamente era da annoverarsi fra i migliori pugili della sua categoria (...) si rivelava veramente instancabile e coriaceo"

Luis ha detto...

Ah grazie! Non ricordavo proprio questo dettaglio, li ho letto parecchi anni fa i romanzi di Conan Doyle. Beh allora il film di Ritchie guadagna qualcosa dopo aver saputo questo fatto :)