giovedì 6 gennaio 2011

Cinema natalizio.

E con oggi, 6 gennaio, come ogni anno si pone fine alle festività natalizie. Basta abbuffate, cenoni, pranzoni, merendoni ecc. ecc.

Da domani, dieta e cibo sano ma soprattutto studio (ehhhh)
Comunque durante queste feste ho avuto la possibilità di andare due volte al cinema, sapendo la penuria di titoli validi mi sono accontentato di questi due film:



Devo ammetterlo, sono entrato in sala non aspettandomi nulla da questo nuovo film di Aldo, Giovanni e Giacomo ed è forse per questo che mi ha fatto ridere e tutto sommato mi è piaciuto. Perchè diciamoci la verità, andare in sala nel periodo natalizio, in Italia almeno, è un continuo sussegguirsi di film pessimi e scadenti (chi ha detto cinepanettoni?). Almeno con Aldo, Giovanni e Giacomo c'è una trama, seppur in certi casi un po' forzata o già vista, ma che funziona e segue un filo logico. Poi che ci fossero ammiccamenti molto evidenti al Grande Lebowski o a qualche altra pellicola americana (che non cito per non rovinare la visione) poco male. Le gag sono quelle collaudate e riviste, ma tranne qualche forzatura eccessiva funzionano ancora. Insomma se, come nel mio caso, nell'unica sala della propria città proiettano "La banda dei babbi natale" e si ha voglia di vedersi un film che strappa qualche risata e rilassa, allora questa è la scelta giusta. Aldo, Giovanni e Giacomo riescono a far ridere senza culi, tette e volgarità a profusione.



Eguagliare Tron sarebbe stato impossibile, una pellicola tanto avveniristica e dagli effetti speciali, per l'epoca, incredibili. Oggi realizzare Tron com'era stato pensato è molto più facile e quello che mi stupisce è che il 3D che tanto avrebbe giovato in questa pellicola è praticamente in secondo piano. La prima mezz'ora di film è totalmente 2D mentre il resto non spicca per effetti incredibili, allora continuo a domandarmi: faceva schifo la sala oppure mettere 3D serve solo a spillare alcuni euro in più allo spettatore? (propendo per la seconda). In ogni caso Tron Legacy è visivamente molto bello e la colonna sonora è azzeccatissima (compreso il cameo del duo Daft Punk), la storia ha buoni spunti ma perde quella freschezza del predecessore. Sicuramente aver riproposto le stesse scene del primo film (il labirinto con le moto e la battaglia col disco) è stato bello per l'impatto visivo ma allo stesso tempo ha mostrato una poca dose di inventiva. Un po' inquietante rivedere Jeff Bridges giovane realizzato al computer, in alcune scene abbastanza credibile mentre in altre si evidenziava l'architettura digitale. Insomma Tron Legacy è un film discreto che poteva fare meglio, getta comunque le basi per un riavvio della saga, anche se sinceramente sarebbe meglio se si fermasse qui.

Sicuramente per Tron ho pagato il fatto di aver rivisto poco prima lo storico titolo del 1982, i paragoni non si possono fare, è proprio l'aria che si respira guardandolo che è diversa.

Comunque buona befana e buon traumatico ritorno alla vita di tutti i giorni..au revoir!

3 commenti:

michelu ha detto...

Gli unici due titoli guardabili presenti in sala direi... Carino quello di Aldo, Giovanni e Giacomo, carino Tron, niente di che alla fine.
Si sa che durante il periodo natalizio il massimo che ci si può aspettare è un Cinepanettone!

Luis ha detto...

Sì in effetti le alternative non esistevano, giusto ieri è uscito il film di Clint Eastwood ma avevamo già deciso di vedere Tron..peccato. Io adoro il buon vecchio Clint :°

michelu ha detto...

Ehhhh a me non ispira molto a dire il vero quel film... ._. Mi sono rotta dopo Amabili Resti sulle robe ultraterrene.